Cerca nel blog

mercoledì 20 settembre 2017

RICEVO E POSTO MOLTO,MOLTO,MOLTO VOLENTIERI!!!


ASSOCIAZIONE VITTIME DELLO STALKER MICHELE NISTA


19 set 2017

Michele Nista è il criminale che da circa 8 anni commette l'attività delittuosa di cyber stalking internazionale, cercando di diffamare in internet centinaia (forse migliaia) di persone prevalentemente operanti nel campo della finanza, dell'economia, della politica e del giornalismo o liberi professionisti. Milanese di origine, nullatenente, sopra i 50 anni di età, da diversi anni vive all'estero, in quanto, secondo le testimonianze raccolte, è stato costretto ad abbandonare l'Italia a causa delle numerose truffe perpetrate quando era ivi residente. Secondo fonti investigative, attualmente, vive di espedienti e si sposta tra la Gran Bretagna, il Portogallo, la Spagna e l'Olanda, con qualche tappa in Sud America: motivo per il quale le indagini, almeno fino a qualche mese fa, sono andate a rilento. 

Le vittime dello stalker 
La sua intensa attività criminale, che riguarda centinaia se non migliaia di persone, è rivolta ad offendere principalmente soggetti che svolgono con successo professioni nel campo della finanza e che godono di visibilità e rispetto. L'odio del Nista verso questi soggetti, probabilmente, nasce dalla sua profonda frustrazione derivante dagli insuccessi ottenuti in campo finanziario quando egli risiedeva in Italia: professione che, tra l'altro, svolgeva presumibilmente in maniera abusiva. Tuttavia, tra le vittime dello stalker vi sono anche ragazze e donne che hanno rifiutato le "attenzioni del Nista", insegnanti, medici, persone di culto e addirittura i figli (aggettivati con termini irripetibili e all'epoca minorenni) di un suo ex amico entrato ormai tra i peggiori nemici. La quasi totalità delle vittime non hanno mai conosciuto di persona il Nista e hanno avuto la sola sfortuna che il loro nome finisse all'attenzione dello stalker, dando così inizio alle persecuzioni. 

lunedì 28 agosto 2017

BLONDET: "Oltre l'agonia" di Marco Della Luna

COME SFUGGIRE DAL GOVERNO ZOOTECNICO MONDIALE?

Ogni tanto ripenso ai 220 mila che ai primi di luglio sono  andati a Modena per ascoltare Vasco Rossi.  Non solo hanno pagato i biglietti  per riascoltare dal vivo un settantenne trasgressivo di paese, rendendolo ancora più  ricco; si sono mossi da tutta Italia  in gruppo  pagandosi il treno, la benzina, il pedaggio autostradale,per convergere a Modena; hanno mangiato panini,  hanno dormito sulle panchine o pernottato in qualche nelle stazioni, o all’addiaccio; hanno accettato di correre rischi   persino mortali, come   sapevano era avvenuto poco prima durante l’adunata di piazza Cavour a Torino.
Hanno sopportato insomma i disagi – eh sì –   da soldati  in marcia, e senza un lamento, anzi contenti, perfino spontaneamente disciplinati.
Dico: pensate se fossero capaci  di farlo per uno scopo politico. Se arrivassero in 220 mila a Roma, una volta, per protestare contro  la sottrazione di diritti come cittadini, lavoratori, elettori. Che so, contro le vaccinazioni come inaudita “pretesa dello stato,  giuridicamente obbligatoria, di metterci dentro sostanze di cui non sappiamo la composizione”  manco fossimo animali;  contro l’immigrazione senza limiti al costo di 4,5  miliardi l’anno mentre  “in Italia gli indigenti sono passati in 5 anni da 1,5 e 4 milioni”, per un insieme scelte politico economiche “assurde” ostinatamente imposte  dalle oligarchie  nonostante i “risultati rovinosi”, il che “non può essere accidentale ma il prodotto di un sistema progettato, implementato e difeso”.   Per gridare che le mitiche speranze dell’europeismo sono state tradite. Per urlare che”nel mondo reale, il liberismo di mercato non ha gli effetti promessi dal modello ideale, ossia che il mercato non è “libero” ma gestito da cartelli; non tende ad evitare o assorbire le crisi, ma le genera e amplifica; non tende a massimizzare la produzione di ricchezza reale ma quella di ricchezza finanziaria, non tende a distribuire le risorse ma a concentrarle in mano a pochi monopolisti”, insomma che il  sistema “dissolve la società invece di renderla più efficiente”, anzi “dissolve l’idea stessa dell’uomo”.
Se i giovani per una volta dormissero  all’addiaccio, pagassero i trasporti verso Roma, si comportassero per qualche giorno da soldati politici,  farebbero paura al governo  che ci è stato imposto  dalla Banca Centrale e da Bruxelles, ai parlamentari che dipendono dalle lobbies e comitati d’affari, e che hanno svenduto l’Italia, le sue industrie e la sua sovranità agli interessi stranieri.
Quelle  che cito fra virgolette sono  frasi dall’ultimo saggio di Marco Della Luna, Oltre l’agonia – Come fallirà il dominio tecnocratico dei potere finanziari, Arianna Editrice, 9,8 euro.

venerdì 28 luglio 2017

DOVREMO VEDERNE DELLE BELLE!!!





MARCO TOSATTI

Qualche giorno fa, grazie al coraggioso scrittore Danilo Quinto abbiamo diffuso la notizia che Emma Bonino avrebbe parlato in una Chiesa di Biella su invito del parroco, e, pare,con l’avallo del vescovo diocesano. Emma Bonino parlerà di immigrazione. Emma Bonino è una persona che ha, oggettivamente, sulla coscienza una quantità straordinaria di aborti. Praticati personalmente – famosa la sua foto con la pompa da bicicletta – e indirettamente; si è spesa per l’aborto (e per una serie di altre cause etiche contrarie a ciò che la Chiesa sostiene e difende) come poche altre persone in questo Paese. Non ha mai dato il benché minimo segno di pentimento, o di dubbio su tutto questo.

Invitarla a parlare in una chiesa, anche se di un altro tema (peraltro collegato al primo: il famoso “bisogno” di migranti sbandierato da alcuni, lei compresa, deriva anche dal vuoto lasciato dai sei milioni di bambini soppressi negli ultimi decenni) è al minimo un’imprudenza. Il Papa ha definito l’aborto “un crimine orrendo”. E si invita a parlare in Chiesa, anche se di altro, uno che lo ha praticato e lo difende? Ma esistono ancora logica, buon senso e un minimo di coerenza nella Chiesa?

RICORDANDO VALENTINA



E questo è il sesto anno da che Valentina è partita per vivere in un'altra dimensione!

Sovente, girando in rete mi ritorni in mente Valentina, ed ogni fine luglio non è possibile non avere un pensiero per te, indimenticabile amica.
Proprio oggi, alla notizia che la camera ha votato il  decreto legge sui vaccini calpestando i diritti di ogni nostro piccolo neonato, ho pensato a te ed a come avresti commentato.
Tu che eri per la difesa ed il rispetto di ogni essere umano e della natura, avresti sicuramente argomentato a lungo e bene, se nel 2009 eri schifata di come andavano le cose in Italia e nel mondo, oggi non potresti non avere il voltastomaco davanti a tanti e nuovi soprusi.
Agli italiani/e non rimane che tentare di difendersi  e tu dalla tua nuova dimora aiutaci ti prego!
I nostri deputati e senatori permarranno nei pensieri dei genitori italiani che sicuramente continueranno le loro azioni in difesa dei loro piccoli.

Dalle mie letture il detto " i vivi invidieranno i morti "  ho la vaga idea che cominci ad essere vero.
Valentina, questa Italia, questa Europa, questo Mondo cominciano veramente a stare stretti a coloro che ancora hanno una coscienza che fa loro discernere il bene dal male.

Ciao amica cara!!!

sabato 3 giugno 2017

UN SENTITO GRAZIE A MARCO PER QUESTO CORAGGIOSO ARTICOLO!!!

ANGELI E VACCINI

vaccinazione forzata: business social control?
La scorsa settimana ho conosciuto Angelo, un bambino di sei mesi notevolmente vispo e simpatico. Tre giorni fa ha ricevuto la prima dose di vaccini obbligatori. Da allora ha la febbre e la tosse, incessanti. Il suo  sguardo si è offuscato, ha l’occhietto spento. Non è più vispo e non sorride. Si muove poco e nervosamente. Visibilmente soffre. Si paventa un danno al sistema nervoso centrale. I familiari mi spiegano che i bambini  segnati dagli effetti avversi dei vaccini non sono pochi. Li ha mostrati anche la televisione. Bambini cerebrolesi, rovinati. Che fare affinché il loro sacrificio non sia vano? Affinché la macchina della politica e del profitto consideri anche le ragioni della salute? So che diversi ricercatori indipendenti stanno lavorando, in fase avanzata, a rimedi per proteggere e risanare i bambini dai vaccini di Stato. Spero che arrivino in tempo anche per Angelo, per tutti gli Angeli. E che il potere non riesca a bloccarli.

giovedì 2 marzo 2017

VOGLIAMO SEMPLICEMENTE APRIRE GLI OCCHI?



28.02.17  Marco Della Luna

  • Le fonti ufficiali citate nei precedenti post dimostrano che lo Stato (compresi fisco e “giustizia”) rinuncia a creare denaro in proprio per le spese socialmente necessarie, ma permette ai banchieri di creare, per prestarlo o investirlo direttamente, denaro scritturale dal nulla, senza una legge che li autorizzi, senza imporre loro di dichiarare questa creazione come ricavo, senza tassarla, cioè li lascia evadere circa 540 miliardi l’anno, più dell’attuale gettito fiscale, preferendo spremere i cittadini e lasciarli senza servizi, senza pensione, senza lavoro e senza infrastrutture.

540 miliardi, perché i banchieri ogni anno mediamente creano dal nulla circa 1.000 miliardi di euro, cioè si prendono un potere d’acquisto pari al 61% del pil – senza contare i circa 180 miliardi prodotti pure dal nulla dalla Banca d’Italia, che è di proprietà privata e in cui i privati scelgono il management e decidono la politica. Con quelli, arrivano al 72%.

Inoltre, benché le banche creino il denaro dal nulla, quindi benché per esse sia impossibile restare insolventi (amenoché non le saboti la banca centrale o l’insieme delle altre banche, per ragioni politiche), lo Stato, complice di banchieri truffatori, finge che molte banche siano rimaste senza soldi per avere il pretesto di aggiungere tasse ai cittadini, con cui copre le bancarotte fatte dai managers scelti dai principali partiti di potere.

MARCO DELLA LUNA:"non si può certo pretendere che un giudice si metta contro il meccanismo che comanda il mondo! La giustizia potrà cambiare orientamento, cioè potrà riconoscere la illegittimità e incostituzionalità del sistema monetario e bancario vigente..."



28.02.17 Marco Della Luna


Pubblico, a grande richiesta, le due ordinanze del Tribunale di Bolzano, rese nella medesima causa (omettendo le parti che non sono pertinenti al tema monetario). Nella prima, il Giudice, di fronte alla mia eccezione che il mutuo è nullo perché le banche di credito non possono creare dal nulla l’euro con mezzi contabili, dato che la creazione dell’euro è riservata per trattato al Sistema Europeo delle Banche Centrali, replica, copiando quanto scritto dalla banca a sua difesa, che le banche di credito creano euro scritturali e lo possono fare perché ciò che non è vietato è lecito, e i trattati europei riservano al Sistema Europeo delle Banche Centrali la creazione del solo euro cartaceo, non di quello scritturale.

Allora il mio cliente ha creato euro scritturali così come aveva fatto la banca per prestarglieli, e li ha usati, in base al principio costituzionale dell’eguaglianza (art. 3), per pagare il debito verso la banca, restituendole la stessa cosa che la banca gli aveva prestato.

martedì 14 febbraio 2017

ANIMA MISTICA SCRIVEVA L' 8 Marzo 2013 "Gli uomini di curia vaticana potranno anche nominare, ai sensi di legge, un altro capo alla Sede di Pietro, ma - per la particolare struttura mistico-giuridica dell'istituzione ecclesiale - costui, non essendo l'eletto dallo Spirito che è il Vicario di Cristo vivente, non sarà che un uomo, che siede nel tempio di Dio e presiede il grande consiglio di amministrazione mondiale."



In molti hanno affermato che la rinunzia di BXVI al potere giurisdizionale, che è ministero del Vescovo di Roma, ha desacralizzato la figura del Pontefice.
Considerato che Sua santità Benedetto XVI ha esercitato la sua facoltà di dismettere il potere terreno di governo istituzionale, per concentrare le proprie forze nell'accompagnamento spirituale della chiesa, la verità è che egli ha semmai agito nel senso di risacralizzare la figura del pontefice, divenuta ormai troppo simile ad un semplice capo di stato, o presidente di multinazionale a scopi filantropici, e soffocata dalla metastasi dei peccati della curia vaticana.
Con la sua rinuncia al governo istituzionale, il Vicario di Cristo ha tolto l'aura sacrale al potere mondano del vescovo, ed ha ricollocato nella sua dimensione relativa, di scelta umana, la forma giuridico-istituzionale del papato.
Egli ha esercitato il suo potere di pontefice scegliendo l'opzione potestà spirituale senza potestà giurisdizionale terrena per il vescovo di Roma, dal quale ogni potere pastorale deriva. Ha poi affidato 'a coloro cui compete' il compito di convocare il conclave, per lasciare a ciascuno la sua responsabilità di seguire o rigettare la scelta a cui il successore di Pietro è stato 'chiamato dal Signore'.

lunedì 30 gennaio 2017

PERSISTONO I DUBBI SULLE DIMISSIONI DI PAPA BENEDETTO, I CATTOLICI AMERICANI VOGLIONO VEDERCI CHIARO! E NOI?



tratto da Maurizio Blondet 30 gennaio 2017 

In Usa non so che network sta diffondendo ora The Young Pope. L’amico americano ha notato “con orrore” che nella seconda puntata del serial di Sorrentino, viene citata Marina Abramovic come la più importante artista contemporanea. “E’ la firma di John Podesta! E’ il segno che Papa Francesco è la pedina della “primavera cattolica” progettata da Podesta!”.

L’eccitazione dell’amico può indurre il lettore a non capire. Marina Abramovic è la strega che, come risulta dalle mail intercettate e diffuse la Wikileaks, aveva invitato i due fratelli Podesta a un rituale da lei chiamato “Spirit Cooking” (cottura degli spiriti) .

In un’altra mail del febbraio 2012 – attenti alla data! – John Podesta e una sua interlocutrice criticano i vescovi Usa, perché contrari alle leggi sulla contraccezione e il gender – e quindi contro la Clinton nella campagna elettorale presidenziale prossima ventura. “C’è bisogno di una Primavera Cattolica in cui siano i cattolici stessi a chiedere la fine di una dittatura medievale e l’inizio di un po’ di democrazia e rispetto per l’eguaglianza dei generi nella Chiesa”. E’ chiaro che sanno che le “primavere arabe” sono state fabbricate dall’Amministrazione Obama, e quindi progettano di fabbricarne una nel Cattolicesimo: una rivolta “dal basso” controllata dal Dipartimento di Stato per seminare nella Chiesa la nuova morale “aperta” e permissiva.

martedì 3 gennaio 2017

MADONNA DI ANGUERA: l'anonimo Dott. G.I. ci fa pervenire le ultime news





NOTIZIA GROSSA!!!

Il messaggio di Anguera 2.570 non va più inserito tra quei messaggi che trattano solo di terremoti, vulcani e calamità varie. Contiene profezie diverse.

Dal 2005, nessuno ha mai saputo con precisione cosa significasse quel "WK" del messaggio 2.570, sopra riportato.

venerdì 2 dicembre 2016

MARCO DELLA LUNA: " Molti si stupiscono dei gravi e molti errori giuridici che il ddl Boschi contiene. Come spiegarseli? Come spiegarsi che non sono stati corretti in parlamento? "


 Marco Della Luna  02.12.16

UOMO SOLO AL COMANDO = CONTROLLANDO UNA SOLA PERSONA, SI DIRIGE TUTTO LO STATO

Nei voti italiani prevalgono i no, ma la relativa vicinanza del sì rende possibile vincere il referendum spostando – ed è possibile – poche centinaia di migliaia di voti dall’estero. Già sono state segnalate operazioni in tal senso. I voti dall’estero sono 1.600.000, cioè circa il 7,5% del totale; se coi brogli si sposta il 25% di questi voti più l’1,5% dei voti italiani, si riesce a recuperare quasi il 3% sul no, quindi il sì può vincere se prende anche solo il 47 – 47,3% di voti reali contro il 53 – 52,7% del no.

HO CERCATO I VOLTI DI COLORO CHE IN PASSATO PUBBLICAMENTE HANNO ATTACCATO BENEDETTO XVI

L’intollerabile aggressione ai “quattro cardinali” 

tratto da http://www.corrispondenzaromana.it/


(di Riccardo Cascioli su La Nuova Bussola Quotidiana) Li hanno dipinti come “vecchi rincoglioniti”, quattro cardinali isolati e fuori dal mondo, rimasuglio di una Chiesa ormai superata che vede solo la rigidità della dottrina e non capisce la Misericordia che entra nelle pieghe della vita. Insomma, uno scarto della Chiesa, un’appendice marginale neanche degna di un “sì” o un “no” alle loro domande.
Eppure devono averne una gran paura se da giorni stiamo assistendo a un crescendo di insulti e accuse pesanti, ormai un vero e proprio linciaggio mediatico, contro i quattro cardinali – Raymond Burke, Walter Brandmuller, Carlo Caffarra e Joachim Meisner – rei di aver resi pubblici cinque “Dubia”  già presentati a papa Francesco riguardo all’esortazone apostolica Amoris Laetitia. Addirittura siamo arrivati a richieste di dimissioni dal collegio cardinalizio o, in alternativa, suggerimenti al Papa di togliere loro la berretta cardinalizia.

venerdì 4 novembre 2016

MARCO DELLA LUNA, OGGI IN CONFERENZA PARLAMENTARE, SUL SISTEMA BANCARIO



CONFERENZA PARLAMENTARE – ROMA 04.11.16

Buon pomeriggio. Vi porto i saluti anche di Marco Saba, che, per ragioni di opportunità legate a iniziative giudiziarie in corso, ha scelto di non partecipare personalmente, ma ha condiviso informazioni utili per la presente relazione. Dati i limiti di tempo, contro la mia abitudine, leggerò una relazione scritta, che troverete sul mio blog www.marcodellaluna.info.

Il sistema monetario-creditizio attuale viene ormai confermato nella sua realtà, che esporrò schematicamente, anche dalle autorità monetarie, da KPMG, da qualche giudice, da accademici. Esso ha caratteri tanto apertamente incostituzionali e illogici, violando soprattutto il principio di eguaglianza e quello di sovranità dello Stato, che, se reso noto, rivela come radicalmente ingiusti e illegittimi gli stessi ordinamenti statuale ed europeo nel loro complesso. Esso esprime il vero sistema di potere politico e di interessi nascosto dietro la facciata delle norme ufficiali, cioè la dominanza di fatto di una specifica classe sul resto della società. Lo conferma la ritirata da questa conferenza di ABI, BdI, Banca Intesa, che avevano promesso di intervenire. Quello che qui spiegheremo è molto pericoloso per loro. Segna la fine del loro story telling. Che è anche quello dei governi e delle istituzioni europee.

domenica 9 ottobre 2016

EURO: TUTTO CIO' CHE NON E' VIETATO E' LECITO!!!!!

PAGARE GRATIS CREANDO EURO


I governi e le autorità monetarie, come pure i tribunali, accettano come un dato di fatto legittimo che le banche commerciali creano euro con mezzi contabili, cioè semplicemente mediante digitazioni elettroniche, per eseguire pagamenti e prestiti, anche se nessuna norma dà loro questo potere.
In effetti, il Trattato di Lisbona, artt. 127 e 128, riserva al Sistema Europeo delle Banche Centrali la creazione delle sole banconote-euro, non dell’euro scritturale-elettronico – o così sembra, come ha stabilito recentemente un giudice in una causa mia, di cui ho parlato alcuni articoli fa.

giovedì 6 ottobre 2016

LE MASSAIE LO AVEVANO CAPITO DA SUBITO, GLI ECONOMISTI ARRIVANO ORA....


tratto da http://www.libreidee.org/


E’ un’intervista destinata a far scalpore, secondo Marcello Foa, sebbene il quotidiano che l’ha pubblicata, “Repubblica”, abbia cercato di annacquarla. «Il vero titolo era “Via dall’euro, con l’austerità non c’è futuro”», invece «hanno preferito un più neutrale “Quella contro l’austerity è una battaglia persa”». Resta però la sostanza. Luigi Zingales, economista della University of Chicago, stronca i tentativi di Renzi di strappare qualche decimale di flessibilità per la semplice ragione che il vero nodo è strutturale.  

mercoledì 28 settembre 2016

MARCO DELLA LUNA; "Il 6 settembre, sollecitata dalla stessa banca contro cui mi opponevo,il giudice dell’esecuzione ha finalmente riconosciuto la verità: la banca crea denaro."



Il 6 settembre di quest’anno è stato un giorno di svolta per l’emersione del signoraggio secondario.

Fino all’inizio di questo mese, ogni volta che in qualche causa contro le banche e in difesa dei loro clienti mutuatari eccepivo che il contratto di mutuo era nullo per violazione di legge poiché gli euro prestati dalla banca erano anche stati creati, dal nulla e con mezzi contabili, dalla banca stessa, in violazione dell’art. 128 del Trattato di Lisbona (che riserva al Sistema Europeo delle Banche Centrali la facoltà di creare euro) e dell’art. 10 del Testo Unico Bancario (che non dispone che le banche possano creare moneta), i vari giudici o fingevano che non avessi posto l’eccezione e non decidevano su di essa; oppure affermavano che era infondata perché le banche prestano il denaro della raccolta (cosa notoriamente non vera, anche perché il “denaro della raccolta” arriva alla banca sotto forma di bonifici e assegni, cioè come denaro creato da qualche altra banca; oppure la respingevano scrivendo che la banca eroga il prestito mettendo a disposizione del cliente la somma non materialmente, ma giuridicamente, ossia come saldo attivo di un conto di disponibilità o mediante assegno circolare o in altro modo equivalente (questa è la tesi consolidata della Corte di Cassazione).

martedì 20 settembre 2016

ELEZIONE DEL PAPA NERO? SI, IL PREPOSITO GENERALE DEI GESUITI!

L'amico Dott.G.I. sottopone ai lettori di "duca dei tempi" un'analisi dettagliata da leggere con attenzione e da non perdere di vista.
Grazie Dott.G.I!!!!!




In tema di papa & Chiesa, questa notizia, secondo me, è destinata a cambiare tutti gli attuali equilibri di potere nella Chiesa e potrebbe essere quella decisiva a cui si riferiscono i messaggi di Anguera.

Sui mezzi di informazione non se ne parla in alcun modo e anche in rete c'è pochissimo. Sto ancora cercando chi possano essere i possibili candidati e non sono riuscito a trovare nulla, nemmeno un nome.

Quando si elegge un nuovo papa, sempre si fanno i nomi dei papabili. Il prossimo 3 ottobre si eleggerà il nuovo “papa nero” (con un conto alla rovescia che va avanti da molto tempo) e non se ne sa ancora nulla.

giovedì 1 settembre 2016

TERREMOTO




Glauber non ha disegnato a casaccio, né ha agito furbescamente.

Ciao Remox, mi fa piacere che tu abbia citato Edson Glauber, perché le apparizioni di Itapiranga sono poco conosciute in Italia, ma sono molto importanti dal punto di vista profetico, soprattutto per l'Italia.

Con Glauber vai sul sicuro.

La posizione della Chiesa su Itapiranga è stata espressa dal Vescovo del luogo mons. Carillo Gritti in diverse occasioni. La posizione del Vescovo sulle apparizioni di Itapiranga è positiva.

martedì 2 agosto 2016

PROVIAMO A FARE NOSTRI I SUGGERIMENTI DI MARCO DELLA LUNA!!!

RICOSTITUIRE LA REPUBBLICA 

RIFIUTANDO LO STATO-AZIENDA PRIVATIZZATO


Dopo circa settant’anni, si sono avverate le cupe predizioni del prof. Carl Schmitt: l‘industria finanziaria sposta 15 volte più ricchezza dell’economia reale, il finanziere sostituisce lo statista come decisore politico, sostituisce la politica con il suo business, sostituisce la volontà delle nazioni con la sua propria volontà, sostituisce il diritto costituzionale e pubblico con i suoi regolamenti privati internazionali, sostituisce i parlamenti con i suoi centri di regolamentazione, sostituisce le monete nazionali e i tribunali dello Stato con la sua moneta e con i suoi tribunali, scavalca gli eserciti nazionali con i suoi eserciti privati di contractors. Lascia in essere gli Stati come suoi debitori obbedienti nonché come esecutori e cinghie di trasmissione delle sue decisioni nei confronti dei popoli, per rimescolarli, riformattarli, toglier loro progressivamente risorse, sicurezza, privacy, capacità politica, facendone una massa passiva senza identità, condizionata a pensare, agire e reagire secondo clichés. E questo programma di ingegneria sociale in parte è già realizzato.


Che fare dunque con questi Stati?