Cerca nel blog

domenica 6 aprile 2014

GARABANDAL, OGGI COSI' COME IL 18 GIUGNO 1961, NON E' STATO INTACCATO DALLA CIVILTÀ DEI CONSUMI!!






Quando si parla del Duca dei Tempi, Nostradamus, non si può far a meno di considerare che se anche il veggente non volesse attribuirsi il titolo di profeta, la sua opera si inserisce perfettamente nel solco della profezia cristiano-cattolica. Il suo stesso nome, Michel de Notre Dame, Michele di Nostra Signora (come l'Arcangelo), risulta assai evocativo.



In questa sezione comincerà un'opera di presentazione di altre due apparizioni mariane molto famose, dopo quella di Fatima che abbiamo già visto: Garabandal e La Salette. Effettueremo infine un confronto con quella che possiamo chiamare l'Apocalisse di Nostradamus, scritta nell'epistola al Re Enrico II. L'obiettivo è come al solito quello di mostrare la contiguità delle fonti profetiche, ad onore del veggente di Salon.

Le apparizioni di Garabandal si svolgono nel periodo che va dal 18 Giugno 1961 al 13 Novembre del 1965 nel paesino spagnolo di Garabandal a quattro bambine di età compresa fra gli undici e i dodici anni. Le apparizioni, in tutto oltre 2000, potevano durare molto a lungo, anche diverse ore. Il primo messaggio della Vergine potè essere rivelato secondo le indicazioni della Madonna il 18 Ottobre del 1961. Teniamo a mente questa data insieme a quella dell'ultima apparizione, il 13 Novembre, che richiama ancora una volta questo fatidico numero mariano di cui abbiamo parlato sia per Fatima che per l'elezione di papa Francesco.

La caratteristica saliente di queste apparizioni è che vennero annunciati tre grandi eventi: il Grande Avvertimento, il Grande Miracolo e il Grande Castigo. I primi due eventi dovranno avvenire nell'arco di 12 mesi l'uno dall'altro, mentre il Grande Castigo sarà condizionato alla risposta che l'umanità darà ai primi due eventi. Vediamoli in breve lasciando parlare le veggenti. Il Grande Avvertimento:

Conchita: "La Vergine me lo ha detto il 10 gennaio 1965, ai pini. Non posso dire in che cosa consisterà, perchè Ella non mi ha ordinato di dirlo. Non mi ha detto quando accadrà; so che sarà visibile in tutto il mondo; sarà opera diretta di Dio ed avrà luogo prima del miracolo. Non so se morranno persone. Solo potrebbero, nel vederlo, morire per l'impressione".

Conchita, 14 settembre 1965: "L'avvertimento sarà visibile nel mondo intero, per tutti, in qualsiasi luogo essi siano. Sarà come una rivelazione dei nostri peccati; sarà veduto e sperimentato dai credenti e dai non credenti, dalle genti di ogni religione. Sarà come una purificazione prima del miracolo; una catastrofe che ci farà pensare ai morti, nel senso che desidereremmo essere al loro posto piuttosto che vivere questo ammonimento".

Conchita, Ottobre 1968: "Non si tratta di un fenomeno naturale; è qualcosa di soprannaturale che la scienza non potrà spiegare, una purificazione della coscienza del mondo. Anche quelli che non conoscono il Cristo, crederanno che è un ammonimento di Dio".

Conchita, Ottobre 1973: "La cosa più importante è che il mondo intero, ognuno, riceverà un segno, una grazia, od un castigo, che potremo chiamare ammonimento. In quel momento tutti si sentiranno soli, in qualsiasi luogo si trovino, soli con la loro coscienza, soltanto davanti a Dio. Essi vedranno i loro peccati e gli effetti dei loro peccati, e tutti lo proveranno nel medesimo istante. Non si proverà alcun dolore fisico, salvo uno choc emotivo, come una crisi cardiaca. [...] Questo fenomeno non causerà danni fisici, ma ci riempirà di orrore, poichè in un preciso momento vedremo le nostre anime e i mali di cui siamo responsabili. Sarà come se fossimo in agonia, ma non moriremo per causa sua, salvo in qualche caso, forse di paura e di choc. Se anche non durasse che un momento, sarà molto terribile. Nessuno dubiterà che tutto viene da Dio e che non è di origine umana. Io ho una tremenda paura di quel giorno. La Vergine ci ha detto che l'ammonimento ed il miracolo saranno gli ultimi avvertimenti o manifestazioni pubbliche che Dio ci darà. Ecco il motivo per cui io credo che, dopo di essi, saremo vicini alla fine dei tempi (la fine dei tempi presenti, la fine della nostra epoca) ".

Mari Loli , in Luglio 1965 e in Settembre 1978: "L'Ammonimento e il Miracolo verranno entro un periodo di 12 mesi... Come tutti, ho dei peccati da rimproverarmi e siccome l'Ammonimento mi mostrerà i miei peccati, ne ho paura. Tutte le persone lo proveranno in qualsiasi luogo si trovino, qualunque sia la loro condizione o conoscenza di Dio. Sarà un esperienza personale interiore. Sembrerà che il mondo si immobilizzi; tuttavia, nessuno ne avrà coscienza, perchè tutti saranno assorti nella propria esperienza. Sarà un sentimento interiore di afflizione e dolore d'aver offeso Dio. Dio ci aiuterà a vedere chiaramente le ingiurie che gli abbiamo fatto e le cattive azioni commesse. Ci aiuterà a sentire questa pena interiore poichè quando noi facciamo qualche cosa di male, ci accontentiamo di chiedere perdono al Signore solo a fior di labbra; ma l'Ammonimento ci aiuterà a sentire un profondo dolore da provarlo anche sul nostro corpo".

[Ottobre 1982] "L'Ammonimento è vicino, ma non vicinissimo, per cui è probabile che la situazione dell'umanità peggiori. Allora per i preti sarà molto difficile celebrare la S.Messa; sembrerà come se la Chiesa non ci sia più. Quando verrà 'Ammonimento, tutto, in ogni luogo si fermerà un momento, e le persone penseranno soltanto a rientrare in se stesse ed a esaminarsi interiormente.

Jacinta, febbraio 1977: "L'Ammonimento è qualcosa che si vedrà innanzi tutto nell'aria in ogni parte del mondo ed immediatamente trasmesso all'interno della nostra anima. Durerà pochissimo, ma ci sembrerà lunghissimo a causa degli effetti che si manifesteranno in noi; ci troveremo dinanzi alla nostra coscienza, al bene o al male che abbiamo commesso. Poi sentiremo un grande amore per il nostro Padre Celeste e la nostra Madre e domanderemo perdono per tutte le nostre colpe... Dolorosi eventi accadranno prima dell'Ammonizione che giungerà quando la situazione si metterà al peggio, non soltanto a causa della persecuzione, ma perchè molte persone avranno cessato di praticare la religione.".

Conchita, 1980: "Per me è come due stelle che si scontrano e fanno molto rumore e una gran luce ma non cadono. E' qualcosa che non ci farà male ma lo potremo vedere. In quel momento vedremo la nostra coscienza, vedremo tutto quello che di sbagliato abbiamo fatto."

In seguito Conchita aggiunse che il fenomeno naturale che accompagnerà l'Avvertimento è presente nel dizionario e comincia con la lettera A.

Per il Grande Miracolo le veggenti hanno rivelato che avverrà entro 12 mesi dall'Avvertimento, sarà un evento che avverrà nella località delle apparizioni a Garabandal e lascerà un segno permanente e indistruttibile che si potrà filmare, ma che non avrà consistenza al tocco. Tutti coloro che assisteranno dal vivo al Miracolo verranno guariti da qualunque malattia, qualunque sia il loro credo religioso. Il Miracolo verrà rivelato otto giorni prima che si compia ed avverrà secondo le seguenti indicazioni:

Avverrà ai Pini a Garabandal in un Giovedì, in un giorno importante per la Chiesa, alle 8.30 di sera.

Avrà luogo tra l'8 e il 16 di Marzo, Aprile o Maggio.

Cadrà in un giorno di festa di un giovane martire dell' Eucaristia con un nome non comunque in Spagna.

Durerà circa 15 minuti.

Joey Lomangino (un cittadino americano che è fra i principali diffusori del messaggio di Garabandal), nato nel 1930 e rimasto cieco a seguito di un incidente a 16 anni nel 1947, verrrà guarito e tornerà a vedere.

Infine il Grande Castigo. Avverrà solo se l'umanità non si convertirà dopo aver sperimentato gli eventi universali dell'Avvertimento e del Miracolo (chissà perchè ho la vaga sensazione che non ce lo faremo mancare). Non si sa quanto tempo passerà dal Miracolo prima che accada, ma si sa che non è una guerra. Conchita lo descrive così: "sarà peggio che se avessimo il fuoco sotto e sopra di noi".

Quel che si evince dalle testimonianze di questi eventi è che si tratterà di fenomeni naturali che si abbatteranno sull'umanità comportandosi in maniera tale da non essere compresi dalla scienza e che testimonieranno la presenza reale di Dio nell'Universo.

Il grande Avvertimento probabilmente è collegato ad una grande e potente Aurora Boreale (il fenomeno che inizia per A). Un' Aurora prodotta da un potentissimo Flare solare che dirigendosi verso la Terra produrrà i fenomeni fisici collegati con l'Avvertimento e di cui i veggenti hanno parlato in varie occasioni:

La croce nel cielo (il plasma si distribuisce seguendo le "linee" del campo magnetico terrestre)

il cupo rombo dalla terra e dal cielo (suoni elettrofonici)

Visione dell'anima (poco sappiamo sulle reazioni del nostro organismo ad un potente bombardamento di particelle elettricamente cariche, una specie di elettroshock)

Immobilismo della Terra (lo scaricamento elettrico di questa tempesta elettromagnetica potrebbe influire sul moto del pianeta)

Terremoti, eruzioni vulcaniche e tempeste avvengono simultaneamente quando la Terra è impattata da plasma solare espulso mediante Flares.

Interruzione delle trasmissioni elettroniche satellitari con tutte le conseguenze facilmente immaginabili sul fronte dei trasporti, approviggionamento merci, comunicazioni elettroniche di vario tipo.

L'evento quindi potrebbe causare non solo lo shock emotivo e spirituale della visione dell'anima, ma anche quello fisico legato agli efffetti del fenomeno naturale con un black out generale del mondo così come noi lo conosciamo. Che cosa potrebbe causare un simile Flare? Una spiegazione plausibile è il passaggio ravvicinato di una cometa particolarmente carica elettricamente. Si è infatti osservato che quando una cometa di tal tipo raggiunge il perielio, il sole reagisce con un'imponente eruzione. Tale cometa potrebbe perfino essere deviata nel suo tragitto dall'interazione elettromagnetica con il sole e divenire la causa diretta del successivo Castigo. Ecco la condizionalità dell'evento. Ma come si può pensare che un evento naturale cosmico possa essere condizionato da un comportamento sociale umano? La spiegazione è complessa, ma non è lontano dal vero affermare che se l'uomo è creato a immagine e somiglianza di Dio, allora ha la capacità di corrispondere o meno a quella grande forza chiamata Amore che armonizza le forze materiali circostanti. Se tutto ciò che vediamo è comunque una manifestazione dell'energia, allora un comportamento sociale disordinato (peccaminoso) può attirare "castigo e sventura" così come una carica negativa è in grado di attirare a se una carica positiva. I singoli campi elettromagnetici di ciascun individuo, combinati insieme, producono un campo più grande di cui poco o niente sappiamo. Ma potrebbero in qualche modo relazionarsi ed influenzare campi esterni che agiscono in ragione di forze più sottili di quelle che noi attualmente conosciamo. Da qui nascono i richiami ad una vita ordinata, amorosa, purificata, volta all'elevazione spirituale mediante la meditazione e la preghiera. Tutte categorie di pensiero facilmente intellegibili dall'uomo e assai meno complicate di qualunque spiegazione "scientifica". Ma se Dio è Logos, allora tutto ha una spiegazione, tutto ha una motivazione.

Abbandoniamo ora i deliri tecno-scientifici e torniamo al Grande Miracolo. Perchè è da qui che si può stabilire un tempo in cui gli eventi si verificheranno. Il Miracolo avrà luogo tra l'8 e il 16 di Marzo, Aprile o Maggio e cadrà in un giorno di festa di un giovane martire dell' Eucaristia con un nome non comune in Spagna. Dopo varie ricerche si è stabilito che il martire dell'Eucaristia è Sant'Ermenegildo, morto per non aver voluto ricevere la comunione da un vescovo ariano e per di più Patrono di Spagna. La storia di S.Ermenegildo può essere letta qui. Ma perchè proprio un martire dell'Eucaristia? Perchè il Miracolo è tutto improntato al mistero pasquale. I mesi citati sono infatti quelli in cui si festeggia la Pasqua e il Giovedi in questione, con l'orario alle 20.30, è chiaramente un riferimento al Giovedi dell'Ultima Cena, il Giovedì Santo. S'Ermenegildo si festeggia (guarda caso) il 13 Aprile. Ecco che ancora una volta torna in ballo il numero 13. Ma in quali anni il Giovedì Santo cadrà in corrispondenza del 13 Aprile? Prima di rispondere a questa domanda dobbiamo ricordare che Joey Lomangino, nato nel 1930, sarà presente al Miracolo e verrà guarito dalla sua cecità. A voler essere buoni possiamo considerare come termine ultimo l'anno 2028 quando Joey avrà ben 98 anni! Ebbene le uniche date disponibili sono il 13 Aprile del 2017 e il 13 Aprile del 2028. Nel primo caso Joey avrà 87 anni e nel secondo caso ne avrà 98. Ma il 2017 è anche l'anniversario del centenario di Fatima e ricordiamo che Benedetto XVI ha espresso l'auspicio che in quel centenario possa verificarsi il Trionfo di Maria tanto atteso. Inoltre nel 2017 Joey compirà il 70mo anno di cecità e il 70 è un numero biblico importante. Sappiamo poi, sempre grazie alla veggente Conchita, che con l'attuale pontificato, ultimo di varie liste profetiche (vedere qui equi), si è entrati nel periodo chiamato Fine dei Tempi. Se l'analisi è corretta avremo quindi il Miracolo il 13 Aprile 2017 e nell'arco dei precedenti 12 mesi l'Avvertimento. Può essere Ottobre un mese possibile? Il 18 Ottobre, sotto indicazione della Vergine, è stato rivelato il primo messaggio di Garabandal. Avvertimento o Castigo potrebbero proprio avere un riferimento con questo mese. E questo è uno dei temi che affronteremo quando si parlerà dell'Epistola al Re Enrico II di Nostradamus. Forse è legato a uno di questi due eventi, specificatamente l'Avvertimento, la Tavola Pittorica 70 (68) che fa parte di quelle attribuibili a Nostradamus il cui significato è piuttosto enigmatico. Ne abbiamo parlato qui. In questo caso, quel che sembra la galassia con una fascia di stelle intorno, è posta sotto il segno del Cancro, ovvero il mese di Luglio. Ai posteri l'ardua sentenza...

PER APPROFONDIRE:


Scusami Dott.G.I., sappiamo che l'Avvertimento avverra' prima del Miracolo (anche un anno prima) ma nonostante questo nel giorno del Miracolo sara' impossibile viaggiare per raggiungere Garabandal perché la Spagna sara' in guerra, una guerra che comunque la fara' soffrire meno proprio grazie alle sofferenze che hanno interessato la stessa Spagna gia nel 1936-39.

QUINDI L'AVVERTIMENTO NON SARA' EFFICACE PER TUTTI, COSI' COME NON LO SARA' IL MIRACOLO, ECCO PERCHE SIAMO DESTINATI A VEDERCI IL CASTIGO.
_____________________________




http://ducadeitempi.blogspot.it/2016/11/le-visioni-della-madonna-di-zaro-la.html

"QUINDI L'AVVERTIMENTO NON SARA' EFFICACE PER TUTTI, COSI' COME NON LO SARA' IL MIRACOLO, ECCO PERCHE SIAMO DESTINATI A VEDERCI IL CASTIGO." (anonimo)


Eh, sì. In senso lato, è così. Per questo, Conchita ha detto che il Castigo è ormai inevitavile, perché si è perduto perfino il senso del peccato. Se l'Avvertimento e il Miracolo producessero in tutti gli uomini (o almeno nella maggioranza di essi) gli effetti da Dio desiderati, il mondo eviterebbe il Castigo.
Quindi, in generale è così.

Tuttavia, per essere più precisi, bisogna distinguere tra Avvertimento e Miracolo.

L'Avvertimento non sarà efficace per tutti, perché, in quanto evento preparatorio (propedeutico al Miracolo), da molti (impreparati) sarà ritenuto un semplice fenomeno astronomico (anche se atipico o raro).

Conchita ha sempre detto che l'Avvertimento e il Miracolo formano una sola cosa, un unico messaggio.

"L’Avvertimento sarà come una purificazione per prepararci al Miracolo." (Conchita 1965)

"Sarà anche come una purificazione prima del Miracolo, allo scopo di vedere se con l’Avvertimento e con il Miracolo ci convertiamo." (Conchita 1973)

“La Madonna mi disse che, prima del Miracolo, Dio ci invierà un Avvertimento per purificarci o prepararci a vedere il Miracolo, affinché in questo modo possiamo ricevere la grazia sufficiente per cambiare la nostra vita, indirizzandola verso Dio.” (Conchita 1977)

Per produrre effetti di conversione, occorre una preparazione che permetta di ricevere la grazia sufficiente.
Ma il mondo, o almeno i cattolici, non mi pare che si stiano preparando ad esso.
La preparazione consiste nell'attuare il messaggio dato a Garabandal il 18 ottobre 1961:

D. Hai qualche consiglio da dare alla gente affinché si preparino all’evento?
R. Che facciano molta penitenza, che offrano sacrifici, che vadano a visitare il Santissimo Sacramento tutti i giorni, se possono, che recitino il Santo Rosario ogni giorno. (Mari Loli 1977)

Senza una adeguata preparazione, sarà difficile ottenere la grazia della conversione e si rischierà di non comprendere che esso proviene da Dio.

Discorso diverso per il Miracolo.
Il Miracolo sarà creduto quale realmente sarà, cioè un intervento di Dio (principalmente dai cristiani). E questo soprattutto perché rimarrà il Segno ai pini, a testimonianza perenne di esso.

Non sappiamo con certezza quale sarà l'impatto a livello mondiale del Miracolo, ma tutte le indicazioni ci dicono che sarà imponente a livello religioso per i cristiani.
Sarà il Miracolo ad avviare l'unificazione di tutti i cristiani, unificazione che è stata chiaramente predetta dalla Madonna a Garabandal. Infatti, il grande evento all'interno della Chiesa sarà proprio il decreto di riunificazione tra cristiani (tra ortodossi e cattolici, almeno), siglato la mattina stessa del giorno del Miracolo (ipotesi più accreditata).

Questo perché, prima dell'Avvertimento ci sarà stato "qualcosa di simile a uno scisma".
L'Avvertimento puntualizzerà un mistero doloroso (scisma); il Miracolo, un mistero glorioso (riunificazione dei cristiani).

Ma sia l'uno che l'altro non eviteranno il Castigo.

dott. G.I.
_____________________________________


http://ducadeitempi.blogspot.it/2016/11/le-visioni-della-madonna-di-zaro-la.html

"ok rileggendo cio che hai scritto , appare chiaro che a quel tempo il mondo sarà in guerra, quindi le due veggenti potrebbero morire per causa della guerra, o ci sono altre indiscrezioni su questo aspetto ?" (Mario Mancusi)

Dove l'hai letto questo? Non ho mai detto una simile cosa (cioè che le veggenti potrebbero morire a causa della guerra).

Conchita annuncerà il Miracolo 8 giorni prima, per dare il giusto tempo ai credenti in Garabandal (rimasti in pochi) per organizzarsi e giungere al paesino. La Spagna sarà in un clima di guerra e non si potrà viaggiare come ora (per turismo, anche religioso). Se ci sarà persecuzione (col rischio di venire uccisi), non sarà tanto facile organizzare crociere, vacanze, ferie o anche semplici pellegrinaggi.

In una locuzione, infatti, Gesù disse a Conchita che:
"Antes del Milagro serán pocos los que crean y será difícil de llegar a Garabandal para el día del Milagro".
Prima del Miracolo saranno pochi quelli che crederanno e sarà difficile raggiungere Garabandal per il giorno del Miracolo. La difficoltà di arrivare al paesino di Garabandal sarà dovuta a motivi bellici.

E anche per questo motivo, Conchita ha detto più volte, fin dal 1974, che lei non sarà presente lì a Garabandal il giorno del Miracolo, perché non ce n'è bisogno (ai fini dell'attuazione di esso). Il Miracolo si realizzerà lo stesso, anche senza che lei sia presente in loco.

Quindi, lei non sarà lì, ma probabilmente resterà a New York, dove vive.

Conchita parlò di guerra in Spagna e di persecuzione comunista.

Ha sempre detto:
"When communism comes again everything will happen."
Quando il comunismo ritornerà, accadrà tutto.

Ha detto che il comunismo ritornerà in Spagna (1984), ma ha aggiunto che la Spagna soffrirà meno rispetto ad altre zone d'Europa, a motivo della persecuzione che essa ha già sopportato durante la Guerra civile spagnola (1936-39) quando 13 vescovi e più di 7.000 sacerdoti e religiosi furono messi a morte.

Quindi, le due veggenti non moriranno a causa della guerra, ma di morte naturale (come Mari Loli).

"Forse e' un aiuto per quelli come noi affinché ci rendiamo conto dell'approssimarsi degli eventi e non per conchita. Giusto?" (Alex)

Sì, diciamo che è un'indicazione per noi. Conchita non ne ha bisogno, perché conosce il giorno, mese e anno del Miracolo, ormai da molti anni.

Com'è invecchiata Conchita!
http://4.bp.blogspot.com/-Uvozku3POAQ/UqQGghBooHI/AAAAAAAAAvI/hLUlXYZPJ-o/s1600/2pre62b.jpg

Un segnale importante è il sinodo dei vescovi: prima dell'Avvertimento si terrà un Sinodo nella Chiesa (Madre Nieves García).
Dopo il doppio sinodo, straordinario e ordinario, nell'ottobre del 2014 e 2015, sulla famiglia, concluso con la esortazione apostolica "Amoris laetitia", Papa Francesco ha convocato un nuovo sinodo, ordinario, per l'ottobre 2018, sul tema "I giovani, la fede e il discernimento vocazionale".

Dopo aver atteso invano che il doppio sinodo 2014-2015 potesse essere quello della profezia di Garabandal, ora dobbiamo attenzionare il prossimo, che si terrà nel 2018. 
Ma probabilmente, non sarà nemmeno quello il Sinodo atteso.

http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2016/10/06/0712/01594.html
dott. G.I.
____________


2 commenti:

linda ha detto...

Joey Lomangino e' morto

Fruimex Fru ha detto...

Sì, è vero, ha sconcertato anche me la notizia della sua morte, resto comunque convinta che le apparizioni di Garabandal hanno "qualcosa" di eccezionale, penso che non ci si debba fermare alla mancata guarigione di Joey ma che occorra guardare all'insieme dei fatti accaduti ed approfondire.
Grazie del commento